Flash Player non trovato: lo puoi scaricare qui.

ATTIVITÀ LABORATORI PROGRAMMI EDUCATIVI SCAMBI

versione italiana versione francese

Conferenza delle Alte Valli

immagine decorativa: freccia che precede il link Presentazione

immagine decorativa: freccia che precede il link Il territorio di riferimento

immagine decorativa: freccia che precede il link Metodologia di lavoro
 e linee strategiche

immagine decorativa: freccia che precede il link Protocolli di cooperazione
 1. Protocollo del 14/12/2000
 2. Protocollo del 9/05/2005

immagine decorativa: freccia che precede il link Statuto

immagine decorativa: freccia che precede il link Esperienze di cooperazione

immagine decorativa: freccia che precede il link Studi

immagine decorativa: freccia che precede il link Rassegna stampa

immagine decorativa: freccia che precede il link Galleria fotografica

immagine decorativa: freccia che precede il link Contatti

immagine decorativa: freccia che precede il link Link

Accedi direttamente alle comunità montane

immagine decorativa: freccia che precede il link C.M. Valle Susa e
 Val Sangone

immagine decorativa: freccia che precede il link C.M. del Pinerolese

immagine decorativa: freccia che precede il link Communauté de Communes
 du Briançonnais

immagine decorativa: freccia che precede il link Communauté de Communes
 du Pays des Ecrins

immagine decorativa: freccia che precede il link Communauté de Communes
 du Guillestrois

immagine decorativa: freccia che precede il link Communauté de Communes
 du Queyras

immagine decorativa: freccia che precede il link Syndicat du Pays
 de Maurienne

La tua posizione sul sito è: Progetto A.L.P.E.S. >> Il Progetto

IL PROGETTO A.L.P.E.S.
Attività, Laboratori Programmi per Educativi Scambi


I PARTNERS ISTITUZIONALI DEL PROGETTO

Il progetto A.L.P.E.S. ha avuto come partners 4 Comunità Montane italiane:

  • Valli Chisone e Germanasca (ente capofila)
  • Alta Valle Susa
  • Bassa Val Susa e Val Cenischia
  • Val Sangone

e 6 Communauté de Communes francesi:

  • Briançonnais (partner transfrontaliero)
  • Pays des Ecrins
  • Guillestrois
  • Queyras
  • Haute-Maurienne Vanoise
  • Modane

LE SCUOLE CHE HANNO PARTECIPATO

Hanno partecipato al progetto alcune classi delle scuole elementari del territorio coinvolto ed in particolare, le scuole di:

  • Perosa Argentina, Pomaretto e Fenestrelle per la Direzione Didattica di Perosa Argentina (Val Chisone)
  • Oulx, Bardonecchia, Sauze d’Oulx, Salbertrand e Claviere per la Direzione Didattica di Oulx (Alta Valle Susa)
  • Susa, Chiomonte e Giaglione per la Direzione Didattica di Susa (Bassa Val Susa/Val Cenischia)
  • Chiusa San Michele per la Direzione Didattica di Condove (Bassa Val Susa)
  • Coazze per la Direzione Didattica di Giaveno (Val Sangone)

LE ATTIVITÀ CHE SONO STATE REALIZZATE

  1. INCONTRI TEMATI
    Nel corso del progetto, si sono svolti tre incontri tematici, uno per ogni anno scolastico:
    • 2003/04: Mont-Dauphin (tema dell'acqua)
    • 2004/05: Oulx (tema della comunicazione)
    • 2005/06: Susa e dintorni (tema della scoperta del territorio)

  2. INCONTRI SPORTIVI
    Due tipi di incontri sportivi hanno coinvolto gran parte delle scuole partecipanti:
    • 4 incontri sportivi invernali (racchette e sci di fondo) a Montgenèvre, Névache e Bardonecchia
    • 1 incontro sportivo estivo (corso di orientamento) a Bramans

  3. ATTIVITÀ CULTURALI
    Si sono svolte attività culturali di diverso genere:
    ATTIVITÀ A SCUOLA
    • gemellaggi tra classi italiane e francesi;
    • corrispondenza via e-mail tra le scuole gemelle;
    • approfondimenti e ricerche specifiche sui diversi temi, condivise con le classi gemelle;
    • avvio allo studio della lingua italiana nelle scuole francesi, con l'attivazione di corsi;
    • creazione di una pagina web relativa al progetto sul sito internet delle Alte Valli.
    ATTIVITÀ NEI RISPETTIVI TERRITORI
    Le classi italiane hanno effettuato uscite nel territorio italiano, alla scoperta di beni e risorse di grande importanza storica, archeologica e culturale, quali le abbazie di Novalesa e di San Michele della Chiusa, i siti archeologici di La Maddalena a Chiomonte e Susa preistorica, romana e medievale, i forti di Fenestrelle ed Exilles, i luoghi legati al lavoro dell'uomo, quali l'ecomuseo Scopriminiera e le carbonaie di Grandubbione, oltre ai murales di Roure (Balma e Castel del Bosco) che ripercorrono gli antichi mestieri della montagna.

    SCAMBI TRANSFRONTALIERI
    Si sono svolte anche attività di scoperta del patrimonio culturale a livello transfrontaliero, per i ragazzi italiani in Francia (cittadella di Briançon e Queyras) e per i ragazzi francesi in Italia (Forte di Fenestrelle e Scopriminiera).

    ATTIVITÀ DI FORMAZIONE PER INSEGNANTI ITALIANI E FRANCESI
    Gli insegnanti italiani e francesi hanno avuto l'opportunità di recarsi nella loro classe gemella francese/italiana, in compresenza con l'insegnante titolare, al fine di capire ed eventualmente applicare i diversi programmi e metodi di insegnamento.

  4. ATTIVITÀ AMBIENTALI
    Grande importanza tra le attività del progetto hanno avuto le uscite ed i laboratori di tipo ambientale, per far conoscere ed apprezzare ai ragazzi le risorse del territorio, quali i parchi naturali (Orsiera-Rocciavré, Laghi di Avigliana, Gran Bosco di Salbertrand e Vivaio regionale di Fenestrelle) musei naturalistici (Scienze Naturali ed A come ambiente di Torino), siti geologici (parco I monti nati dal mare di Cesana), oltre alla centrale idroelettrica di Chiomonte.

COORDINAMENTO
Il progettè stato coordinato da due persone, una in Italia ed una in Francia, coadiuvate per l'aspetto didattico da un gruppo di lavoro costituito da un insegnante di riferimento per ciascuno dei territori coinvolti: questo gruppo di lavoro ha partecipato attivamente all'organizzazione delle attività costituendo un raccordo tra gli enti istituzionali e le diverse classi partecipanti.

Bilancio del progetto A.L.P.E.S.

Gli insegnanti e le classi che hanno aderito al progetto in questi tre anni hanno espresso una valutazione complessiva delle attività e delle opportunità offerte. Più dettagliatamente sono stati presi in considerazione aspetti positivi e negativi, di seguito elencati.

FATTORI POSITIVI

  • ricaduta in termini economici per le famiglie, grazie al supporto finanziario pubblico per visite guidate, trasporti ed occasionalmente pranzi;
  • conoscenza del territorio sia italiano sia francese da parte dei bambini e, di riflesso, possibilità per le famiglie di scoprire - o riscoprire - il patrimonio culturale e ambientale a livello locale;
  • possibilità di socializzare durante le uscite, con alunni di madrelingua francese e di conseguenza approfondimento della lingua, passando dalla comprensione passiva (ognuno parla la propria lingua, ma comprende quella dell'interlocutore) ai primi tentativi di uso attivo;
  • approfondimento della lingua francese, anche scritta, attraverso la corrispondenza sia cartacea, sia via e-mail con le classi gemelle;
  • opportunità di scambio di indirizzi personali e di visite/brevi soggiorni presso le famiglie dei corrispondenti;
  • creazione di un gruppo di lavoro di insegnanti italiani, in rappresentanza dei diversi Istituti Scolastici, che ha attivamente collaborato all'organizzazione delle varie attività e mantenuto i contatti con le classi aderenti dei singoli plessi;
  • opportunità per gli insegnanti di conoscere organizzazioni didattiche e operatori scolastici, che vivono realtà simili sull'altro versante alpino, in un territorio montano che ha caratteristiche del tutto analoghe (pluriclassi);
  • conoscenza, da parte degli insegnanti, di una diversa organizzazione oraria e gestionale della vita scolastica;

FATTORI NEGATIVI

  • cambio di coordinatori a livello istituzionale, da parte francese;
  • cambio di corrispondenti francesi nel corso dei tre anni (in alcuni casi, gli insegnanti hanno rinunciato al progetto e sono stati sostituiti da colleghi di nuove classi, che non sempre hanno proseguito la corrispondenza epistolare, deludendo in questo modo le aspettative delle classi italiane);
  • carenza circa la puntualità ed il senso di responsabilità di alcuni insegnanti francesi, nella partecipazione agli incontri programmati a livello transfrontaliero;
  • difficoltà a vivere le grandi manifestazioni, come gli incontri tematici previsti dal progetto, che hanno coinvolto un gran numero di bambini, penalizzando il contatto diretto tra classi gemelle.


Stampa la pagina

Torna ad inizio pagina



La nuova programmazione A.L.CO.TRA 2007/2013

Depositato il 22.05.2009 presso il Segretariato Tecnico Congiunto di Menton Il Piano Integrato Transfrontaliero (P.I.T.)

 "Le Alte Valli: la montagna fa sistema".

Visualizza la scheda di costituzione definitiva del P.I.T.

Visualizza i progetti singoli

Progetti INTERREG IIIA conclusi

Giovani in azione
Comunità Montana Valli Chisone e Germanasca

Il progetto immagine decorativa: freccia che precede il link da destra

Contatti immagine decorativa: freccia che precede il link da destra

Soggiorni di formazione immagine decorativa: freccia che precede il link da destra
intensiva

Stages immagine decorativa: freccia che precede il link da destra

Rassegna stampa immagine decorativa: freccia che precede il link da destra

immagine Giovani in azione

ALPES
Comunità Montana Valli Chisone e Germanasca

Il progetto immagine decorativa: freccia che precede il link da destra

Le attività realizzate immagine decorativa: freccia che precede il link da destra

Le scuole che hannoimmagine decorativa: freccia che precede il link da destra
partecipato

Rassegna stampa immagine decorativa: freccia che precede il link da destra

Sicurezza per lo sviluppo sostenibile delle Alte Valli
Comunità Montana Pinerolese Pedemontano

Il progetto immagine decorativa: freccia che precede il link da destra

Le attività immagine decorativa: freccia che precede il link da destra

Quadro Economicoimmagine decorativa: freccia che precede il link da destra

Rassegna stampa immagine decorativa: freccia che precede il link da destra

  Sito realizzato da Nethics ai sensi del w3c