ASSOCIAZIONE DELLA CONFERENZA ALTE VALLI

versione italiana versione francese

Conferenza delle Alte Valli

immagine decorativa: freccia che precede il link Presentazione

immagine decorativa: freccia che precede il link Il territorio di riferimento

immagine decorativa: freccia che precede il link Metodologia di lavoro
 e linee strategiche

immagine decorativa: freccia che precede il link Protocolli di cooperazione
 1. Protocollo del 14/12/2000
 2. Protocollo del 9/05/2005

immagine decorativa: freccia che precede il link Statuto

immagine decorativa: freccia che precede il link Esperienze di cooperazione

immagine decorativa: freccia che precede il link Studi

immagine decorativa: freccia che precede il link Rassegna stampa

immagine decorativa: freccia che precede il link Galleria fotografica

immagine decorativa: freccia che precede il link Contatti

immagine decorativa: freccia che precede il link Link

Accedi direttamente alle comunità montane

immagine decorativa: freccia che precede il link C.M. Valle Susa e
 Val Sangone

immagine decorativa: freccia che precede il link C.M. del Pinerolese

immagine decorativa: freccia che precede il link Communauté de Communes
 du Briançonnais

immagine decorativa: freccia che precede il link Communauté de Communes
 du Pays des Ecrins

immagine decorativa: freccia che precede il link Communauté de Communes
 du Guillestrois

immagine decorativa: freccia che precede il link Communauté de Communes
 du Queyras

immagine decorativa: freccia che precede il link Syndicat du Pays
 de Maurienne

La tua posizione sul sito è: Le Alte Valli >> Presentazione

IL PERCORSO DI COSTITUZIONE DELLA CONFERENZA ALTE VALLI

cartina con parte di Italia, Francia e Svizzera Le sei Comunità Montane dell'area del Pinerolese, della Val Sangone e della Valle Susa e le sei Commuauté de Communes del Grand Briançonnais e della Maurienne costituiscono l'ambito territoriale più esteso del confine fra la Provincia di Torino e la Francia. Questi enti hanno avviato da tempo un percorso di collaborazione utilizzando già dall'inizio degli anni '90 gli strumenti messi a disposizione dalla prima programmazione INTERREG.
Questo vasto territorio delle Alte Valli è forte di una storia comune legata agli Escartons, alla lingua occitana e allo storico dominio francese delle Valli. L'omogeneità geografica del massiccio alpino delle Alpi Cozie ha inoltre garantito un'affinità delle risorse paesaggistiche ed ambientali ed anche la realtà socio-economica dei territori è analoga, in quanto si basa su una rilevante vocazione turistica invernale per quanto riguarda la parte alta delle Valli ed una buona presenza di attività industriali, imprenditoriali e artigianali nel fondo valle.
Questo ambito territoriale si basa su esperienze amministrative di tipo sovracomunale, a partire dalle Comunità Montane e Communautés de Communes per arrivare ai processi di nuova governance, per la parte italiana i Patti Territoriali e per la parte francese i Pays.
Le collettività locali italiane e francesi hanno fin dall'inizio considerato importante avviare una fase di confronto e di comune progettualità basata sulla cooperazione fra regioni direttamente confinanti al fine di ridurre le "distanze" dovute ai confini nazionali. La cooperazione è poi proseguita nel tempo, anche grazie ai nuovi strumenti di cooperazione internazionale: INTERREG II e III.
La alte valli Nell'avviare la nuova fase di programmazione INTERREG III, gli enti locali hanno deciso di dotarsi di un'organizzazione più articolata per cogliere al meglio le opportunità presenti nel nuovo documento di programmazione: con il Protocollo di Cooperazione siglato ad Oulx in data 14 dicembre 2000, è nata la "Conferenza delle Alte Valli", strumento volontaristico che ha, fra gli altri, lo scopo di riunire in una unica assemblea i referenti politici e tecnici dei territori transfrontalieri.
Sulla base delle criticità riscontrate, dei risultati raggiunti e delle potenzialità legate alla programmazione europea successiva, gli enti locali aderenti alla Conferenza hanno deciso di rinnovare gli impegni di collaborazione e cooperazione attraverso la sottoscrizione, avvenuta a Briançon in data 9 maggio 2005, di un nuovo protocollo per rafforzare la cooperazione.

La costituzione dell'Associazione della Conferenza Alte Valli - 2007

Per dare un carattere operativo alla cooperazione transfrontaliera, le collettività aderenti alla Conferenza - in data 4 settembre 2007 - si sono costituite in associazione, denominata "Associazione della Conferenza delle Alte Valli" - C.H.A.V. La C.H.A.V. ha sede legale in Oulx, Via Monginevro, 35 (presso la Comunità Montana Alta Valle Susa), sede operativa in Briançon, 1, Rue Aspirant Jan (presso la Communauté de Communes du Briançonnais) e domicilio fiscale in Perosa Argentina, Via Roma, 22 (presso la Comunità Montana Valli Chisone e Germanasca).
La C.H.A.V. è costituita da:

  • il consiglio generale, costituito dagli amministratori designati dagli associati in ragione di un membro effettivo e un membro supplente per ogni collettività aderente;
  • il consiglio direttivo nominato dal consiglio generale, costituito da sei membri (un presidente, un vicepresidente e quattro membri);
  • il presidente del consiglio direttivo, nominato dal consiglio generale per un periodo di due anni;
  • il segretario nominato dal consiglio direttivo, con compiti di certificare la regolarità formale delle deliberazioni assunte dal consiglio generale e dal consiglio direttivo.

Il gruppo tecnico

La alte valli L'organizzazione operativa della Conferenza continua ad essere garantita dal gruppo tecnico, composto dai tecnici degli enti italiani e francesi.
Dal 22 ottobre 2007, la Communauté de Communes de la Haute Maurienne-Vanoise ed il Syndicat Intercommunal du Canton de Modane, insieme ad altre 5 strutture intercomunali (Communautés de Communes de Coeur de Maurienne, Maurienne Galibier, Porte de Maurienne, il Syndicat Intercommunal des vallées de l'Arvan et des Villards, il Syndicat Intercommunal du canton de La Chambre), hanno costituito il Syndicat du Pays de Maurienne che è entrato a far parte della CHAV come organismo unitario.




La rete europea Geoparchi

visualizza la documentazione

La nuova programmazione A.L.CO.TRA 2007/2013

Depositato il 22.05.2009 presso il Segretariato Tecnico Congiunto di Menton Il Piano Integrato Transfrontaliero (P.I.T.)

 "Le Alte Valli: la montagna fa sistema".

Visualizza la scheda di costituzione definitiva del P.I.T.

Visualizza i progetti singoli

Progetti INTERREG IIIA conclusi

Giovani in azione
Comunità Montana Valli Chisone e Germanasca

Il progetto immagine decorativa: freccia che precede il link da destra

Contatti immagine decorativa: freccia che precede il link da destra

Soggiorni di formazione immagine decorativa: freccia che precede il link da destra
intensiva

Stages immagine decorativa: freccia che precede il link da destra

Rassegna stampa immagine decorativa: freccia che precede il link da destra

immagine Giovani in azione

ALPES
Comunità Montana Valli Chisone e Germanasca

Il progetto immagine decorativa: freccia che precede il link da destra

Le attività realizzate immagine decorativa: freccia che precede il link da destra

Le scuole che hannoimmagine decorativa: freccia che precede il link da destra
partecipato

Rassegna stampa immagine decorativa: freccia che precede il link da destra

Sicurezza per lo sviluppo sostenibile delle Alte Valli
Comunità Montana Pinerolese Pedemontano

Il progetto immagine decorativa: freccia che precede il link da destra

Le attività immagine decorativa: freccia che precede il link da destra

Quadro Economicoimmagine decorativa: freccia che precede il link da destra

Rassegna stampa immagine decorativa: freccia che precede il link da destra

  Sito realizzato da Nethics ai sensi del w3c